«I just don’t like eggs!» 
Andrea Fraser on collectors, collecting, collections.

A cura di Andrea Viliani con Vittoria Pavesi

314 giorni rimanenti

13.04.2024 — 22.02.2025

Photo: Louise Lawler
Design: Studio Mut

«I just don’t like eggs!» 
Andrea Fraser on collectors, collecting, collections.

 

 

Curata da Andrea Viliani con Vittoria Pavesi

 

 

Inaugurazione: 13.4.24 alle 11.00

 

 

Il 13 aprile 2024 inaugura, presso la Fondazione Antonio Dalle Nogare di Bolzano, «I just don’t like eggs!» Andrea Fraser on collectors, collecting, collections., la prima mostra personale dedicata da un’istituzione italiana alla ricerca dell’artista, scrittrice e pensatrice Andrea Fraser (USA, 1965).

 

A cura di Andrea Viliani con Vittoria Pavesi, la mostra costituisce la prima retrospettiva interamente dedicata alle opere di Fraser che indagano la figura del collezionista, il collezionismo, il mercato dell’arte e le intersezioni tra collezioni private e pubbliche. Il progetto comprende opere che attraversano temporalmente l’intera ricerca dell’artista, dalla fine degli anni ’80 alle produzioni più recenti, tra cui un’opera inedita concepita appositamente per la mostra. Fin dal titolo «I just don’t like eggs!», tratto dal testo della performance May I Help You?, vengono evocati il linguaggio e la mentalità del collezionismo quali espressione di gusto, desiderio, distinzione, possesso, categorizzazione, negazione, esclusività, ed esercizio della scelta come una forma di potere.

 

 

Cartella stampa

 

 

Con il supporto di Marian Goodman Gallery e Galerie Nagel Draxler.
Main sponsors Autonomous Province South Tyrol and Volksbank.
Un ringraziamento a Marx GmbH. Technical sponsors Barth and Baustudio.

Andrea Fraser, Jeff Preiss, Orchard Document May I Help You?, Production ORCHARD and Epoch Films. Courtesy of the artist and Marian Goodman Gallery

Andrea Fraser lecture & seminar

22 – 23 aprile 2024

Libera Università di Bolzano e Fondazione Antonio Dalle Nogare

 

 

 

Parte I

Lunedì 22 aprile, alle ore 18.00, la Libera Università di Bolzano (aula F0.03) ospiterà una conferenza pubblica in inglese dell’artista, scrittrice e pensatrice americana Andrea Fraser (USA, 1965).

Artista tra le più radicali e influenti della sua generazione, l’impegno pionieristico di Fraser nel campo dell’Institutional Critique indaga le economie sociali, finanziarie e affettive delle organizzazioni, dei settori, dei gruppi e degli individui del mondo della cultura. Incarnando performativamente i dati che genera attraverso la sua ricerca, la sua pratica risulta tanto fisica e affettiva quanto critica e intellettuale, avvalendosi degli strumenti dell’umorismo, del pathos e dell’analisi e ricorrendo alla messa in scena discorsiva di dibattiti, azioni performative, copioni, dati e incursioni nei musei che spostano gli standard, i modelli, le regole del sistema dell’arte e ridefiniscono criticamente le nostre relazioni con esso. L’approccio sociologico e psicoanalitico dell’artista diventa così la lente per interrogare il mondo stesso dell’arte e metterne in luce le contraddizioni, le proiezioni, le volontà e i desideri.

La conferenza sarà seguita da un dialogo con il pubblico.

 

 

Parte II

Martedì 23 aprile, dalle 14.00 alle 18.00, la Fondazione Antonio Dalle Nogare ospiterà un seminario di Andrea Fraser, nota in ambito accademico per la sua lunga carriera di insegnante e attualmente docente di Studio Interdisciplinare presso il Dipartimento di Arte della School of the Arts and Architecture dell’Università della California, Los Angeles. Il seminario è riservato agli studenti dello Studio Exhibit della Libera Università di Bolzano.

Partendo dalla mostra che, con opere che abbracciano l’intera opera dell’artista, presenta un’indagine sulla figura del collezionista, sul collezionismo, sul mercato dell’arte e sulle intersezioni tra collezioni private e pubbliche, il seminario approfondirà la ricerca di Fraser sugli ambiti culturali, le applicazioni dell’opera del sociologo francese Pierre Bourdieu e alcuni esempi di possibili relazioni tra collezionismo e pratiche espositive.

Instagram

Facebook

Press Kit

Colophon

Privacy

Ricevi la nostra newsletter

Seguici